To provide the best possible service, we use cookies on this site. Continuing the navigation you consent to use them. Read more.

Collector’s house

Il progetto nasce come un percorso non convenzionale che parte dell’ingresso e si sviluppa in verticale verso il giardino pensile e la serra d’inverno.
Il protagonista è lo spazio living che è stato trattato come un unico grande ambiente capace di passare da interno a esterno senza soluzione di continuità con il giardino.

La collezione di opere d’arte ha guidato le scelte e soluzioni del progetto architettonico, come il posizionamento dell’opera di Anish Kapoor, o la posizione centrale dello specchio di Olafur Eliasson sulla torre dell’ascensore interno.

Un attento studio sui materiali ha permesso di progettare le soglie delle stanze come delle fusioni di bronzo e la realizzazione dei paralumi su misura che richiamano i lampioni stradali in stile liberty di Parigi e mimetizzano le colonne strutturali.

L’ingresso è stato oggetto di uno studio dedicato: la pittura ai silicati color rosa polvere ha reso le pareti brillanti, mentre a soffitto emerge un progetto d’arredo custom in doghe di legno che rappresentano in sezione le Rainbow Montain. Il vestibolo, generosamente illuminato, riesce a trasmettere le stesse sensazioni di uno spazio illuminato naturalmente.
Per maggiori informazioni visitate il sito www.hit-architects.com.

PROJECT Collector’s house
ARCHITECTS ArcHITects
LOCATION Milan, Italy
YEAR 2016
LEAD DESIGNER Tomaso Piantini
PHOTO Andrea Fongo