To provide the best possible service, we use cookies on this site. Continuing the navigation you consent to use them. Read more.

Nuovo Bauhaus europeo – I progetti italiani vincitori

Martedì 14 dicembre 2021 La Commissione europea insieme a Triennale Milano ha organizzato un incontro per presentare i progetti italiani vincitori dei premi del “nuovo Bauhaus europeo” e delle “stelle emergenti del nuovo Bauhaus europeo” (giovani talenti di meno di 30 anni) e per  annunciare i prossimi sviluppi del progetto New European Bauhaus. Triennale Milano è stata la prima istituzione italiana a essere riconosciuta dalla Commissione europea tra i partner del progetto per l’attenzione ai temi del design, dell’architettura, della sostenibilità ambientale, dell’urbanistica che da sempre caratterizza la sua attività culturale.

Il 16 settembre 2021, la Commissione ha annunciato i vincitori dei premi del “nuovo Bauhaus europeo” e delle “stelle emergenti del nuovo Bauhaus europeo”.  I premi rappresentano un riconoscimento per le buone pratiche, gli esempi e i concetti che illustrano i valori di sostenibilità, estetica e inclusione del nuovo Bauhaus europeo. Cinque i progetti italiani premiati: uno tra i dieci premiati della sezione del “nuovo Bauhaus europeo” – a cui è stato assegnato un contributo di 30.000 euro ciascuno – e quattro tra i dieci premiati della sezione “stelle emergenti del nuovo Bauhaus europeo”, che hanno ricevuto premi del valore di 15.000 euro ciascuno.

Il progetto italiano vincitore nella sezione “nuovo Bauhaus europeo” è:

-Esseri urbani. The other side of the art (Puglia), nella categoria “Mobilitazione della cultura, delle arti e delle comunità”. Usando l’arte contemporanea come strumento per stimolare la rigenerazione urbana e sociale, Esseri Urbani propone al pubblico il lavoro di artisti emergenti nel corso di mostre gratuite all’aperto. Il progetto è un’occasione per creare una connessione tra comunità, paesaggi e architettura locale tramite l’espressione artistica contemporanea. Apre inoltre nuove possibilità per la creazione e la curatela: esporre l’arte in spazi pubblici produce nuove prospettive, sia per le opere sia per i luoghi.

I quattro progetti italiani premiati nella sezione “stelle emergenti del nuovo Bauhaus europeo” sono:

-Eco-quartiere Porto di Mare (Milano), nella categoria “Spazi urbani e rurali risanati”; un progetto di riqualificazione dell’area metropolitana tra Milano e le campagne limitrofe, sulla base di strategie di pianificazione energetica a basse emissioni di carbonio

-Retrofitting del sito Unesco di Ivrea, nella categoria “Conservazione e trasformazione del patrimonio culturale”; progetto che mira a sviluppare una strategia di ammodernamento che tenga conto della sostenibilità sia ambientale che culturale.

-Ricostruzione sociale post-emergenza (Firenze), nella categoria “Luoghi ripensati per incontrarsi e condividere”; Il progetto propone una serie di strumenti resilienti utili a progettare insediamenti post-emergenza incentrati sugli spazi aperti, e quindi in grado di garantire la sostenibilità sociale.

-Materieunite (Terni), nella categoria “Prodotti e stile di vita”; installazioni permanenti e temporanee per eventi e negozi impiegando il cartone sostenibile come materia prima, accanto ad altri materiali riciclati oppure recuperati dagli scarti delle filiere di approvvigionamento.

Per maggiori informazioni visitare il sito prizes.new-european-bauhaus.eu