To provide the best possible service, we use cookies on this site. Continuing the navigation you consent to use them. Read more.

L’architettura mondiale protagonista a Vicenza con il Premio Internazionale Dedalo Minosse alla Committenza di Architettura

Si è tenuta il 21 settembre 2019 la cerimonia di premiazione dei vincitori dell’Undicesima edizione 2018/2019 del Premio Dedalo Minosse, promosso da ALA Assoarchitetti, dalla Regione del Veneto* e dal Comune di Vicenza.

Palladiani i luoghi di svolgimento della manifestazione messi a disposizione dal Comune di Vicenza: il Teatro Olimpico, emozionante cornice della cerimonia di Premiazione, e la Basilica Palladiana, sede della Mostra, luoghi che costituiscono un richiamo internazionale per il mondo degli architetti e committenti, che da Giappone, India, Vietnam, USA, Sud America, Europa e tutta Italia sono venuti a Vicenza per partecipare a questo evento internazionale.

Sul palco del Teatro Olimpico, davanti ad un pubblico di 500 persone, sono infatti saliti committenti ed architetti, italiani e stranieri, che hanno ricercato nell’opera che andavano a realizzare un valore per la comunità. A consegnare i Premi personalità del panorama internazionale, istituzioni, sponsor e partner del Premio.

La serata è stata condotta da Alessandra Comazzi, giornalista de La Stampa, assieme all’architetto Giorgio Tartaro, storico volto della Rai. Ospite d’eccezione l’artista Raymundo Sesma dall’Argentina, che ha presentato la mostra Locus Loci, collaterale a quella delle opere selezionate dell’XI Edizione del Premio Dedalo Minosse.
Tra i committenti premiati spiccano nomi di grande rilievo, quali il Trust Nuova Polis Onlus, il Municipio de La Molina in Perù, la municipalità di Aalst in Belgio, la provincia autonoma di Bolzano, la Kochi Biennale Foundation, Nicca Chemical in Giappone, il comune di Morbegno, il Royal Hospital di Chelsea, il Governo di Pernambuco in Brasile.

Tra gli architetti premiati, nomi noti ed emergenti del panorama mondiale come Mario Cucinela, i Kimmel Eshkolot Architects da Israele, Atelier Branco dal Brasile, Oscar Gonzalez Moix dal Perù, MQ Architecture da New York, i Kaan Architecten dal Belgio, Matteo Thun, gli Anagram Architects dall’India, gli ODDO architects dal Viet Nam, Peregrine Bryant dalla Gram Bretagna e Satoshi Okada dal Giappone.
Il punto di forza del Premio Dedalo Minosse risiede, infatti, oltre che nel porsi come punto d’incontro tra la cultura architettonica contemporanea e la società, anche nel consacrare accanto ai grandi progettisti, nomi ancora poco noti, ponendo in luce il ruolo di arricchimento sociale apportato dal committente, nel promuovere l’attività progettuale dei giovani quale futuro patrimonio della collettività.

Il Premio Internazionale Dedalo Minosse alla Committenza di Architettura è stato assegnato quest’anno al Department of Families and Commemoration, branca del Ministero della Difesa Israeliano, per la realizzazione dell’opera “Mount Herzl National Memorial, Jerusalem”, ideato e progettato da Kimmel Eshkolot Architects.

Alla premiazione è seguita l’inaugurazione della mostra in Basilica Palladiana, dove 600 persone hanno affollato il grande salone centrale medioevale del monumento creando un inconsueto contrasto con l’architettura contemporanea dei progetti selezionati. Un’istallazione in legno e policarbonato, illuminata magistralmente, completano l’atmosfera del luogo.
La mostra resterà aperta al pubblico fino al 6 ottobre.
Nelle sale il pubblico potrà conoscere, attraverso disegni, foto, testi, video e plastici i committenti selezionati dalla giuria ai quali sono stati conferiti i 4 Premi Principali:
Premio Internazionale Dedalo Minosse
Premio Internazionale Dedalo Minosse Occam Under 40
Premio ALA
Premio ALA Under 40

Oltre a loro, alla Mostra si possono ammirare i progetti ai quali sono stati conferiti i 12 i Premi Speciali tra i quali il Premio Speciale Stanislao Nievo, dedicato al celebre scrittore ambientalista, il Premio Speciale della Regione del Veneto, il Premio Speciale Comune di Vicenza, il Premio Speciale Confprofessioni e Cittadellarte – Fondazione Pistoletto, i Premi “Design for All”, “L’Arca International” e “Confindustria Vicenza Sezione Costruttori Edili e Impianti”.
9 sono invece i committenti segnalati, in particolare ricordiamo la segnalazione della provincia di Vicenza.
Esposti in mostra 41 ulteriori progetti e storie, pubblicati anche sul catalogo, disponibile in sede della Mostra o su ordinazione alla segreteria di ALA Assoarchitetti.
Completano la Mostra, l’esposizione d’arte Locus Loci curata da Fortunato D’Amico, che vede esposte opere di artisti del calibro di Raymundo Sesma dall’Argentina, di Alfredo Rapetti Mogol e di Daniela Pellegrini e una breve esposizione di oggetti in argento di design, prodotti da Rossi&Arcandi per Cleto Munari e disegnati da architetti internazionali, come Hans Hollein, Carlo Scarpa, Alessandro Mendini, Giotto Stoppino, Tao HO, Dorek Sipek, Costantino Dardi e Ettore Sottsass.

IL “FORUM DELLA COMMITTENZA”
La grande novità di questa Undicesima edizione del Premio Dedalo Minosse è il grande “Forum della Committenza”: uno spazio per il dibattito e il confronto sui temi della città, del paesaggio, dell’ambiente, dell’architettura, del design, del restauro e del riuso del patrimonio storico.
Per due settimane, Architetti e Committenti, Costruttori, Giornalisti, Amministratori, Imprenditori, Esperti dei vari settori si sono confrontati con seminari, conferenze e workshop interdisciplinari aperti al vasto pubblico, attivando così il cuore civico della Città, attraverso le voci di professionisti, amatori, associazioni e naturalmente delle istituzioni, quali il Comune di Vicenza con l’Assessorato alle attività culturali, la Biblioteca Civica Bertoliana, la Sezione Edili di Confindustria, l’Ordine degli Architetti, Confprofessioni, il Laboratorio di Progettazione, Analisi e Valutazione dell’esistente dell’IUAV di Venezia, le Scuole della città e altre realtà cittadine, nazionali e internazionali.
Una chiamata da parte dei progettisti ai diversi attori del processo del costruire, per dibattere sui grandi temi del globale e del locale, del recupero dell’esistente e del patrimonio, in un mondo in grande sviluppo e in un momento tanto delicato per la crescita del nostro Paese.

www.dedalominosse.org

  • Inglese
  • Italiano