To provide the best possible service, we use cookies on this site. Continuing the navigation you consent to use them. Read more.

La stella del Couis

Lo studio DeCarloGualla ha vinto il concorso di progettazione indetto da Pila Spa, per il rifacimento degli impianti di risalita e per la trasformazione ed il miglioramento dell’intero comprensorio sciistico di Pila.
L’intervento, infatti, non si limita alla progettazione dell’impianto funiviario, bensì introduce la realizzazione nella stazione di monte di un punto di ristoro con terrazza panoramica e il rifacimento della stazione di valle, allo scopo di creare una nuova centralità nel territorio.
Gli interventi si rendono necessari per sostituire due impianti di risalita, La Liaison e il Couis1 e un tapis roulant, ma soprattutto per mettere in moto un processo di innovazione al fine di rendere il comprensorio sempre più competitivo, sia in estate che in inverno.

Grazie alla sua realizzazione, gli sciatori avranno la possibilità di trascorrere il 30% in più del loro tempo su pista e, per coloro che vogliono vivere l’esperienza della montagna in totale relax, potranno godere di un panorama unico nel suo genere. I bikers, nel periodo estivo, usufruiranno di un comprensorio più vasto e gli amanti dei trekking beneficeranno di un rifugio dotato di tutti i comfort.
Questo è il primo passo di una nuova visione del consiglio di amministrazione della Pila S.p.A., che negli anni a venire vedrà il rilancio del suo comprensorio e delle attività ad esso collegate.

Il tema del concorso prevedeva la progettazione delle stazioni di valle e di monte della Nuova Telecabina Pila-Couis.
Il contesto di valle vedrà la nascita della nuova stazione, una sorta di cattedrale laica disegnata dalle tensioni dei flussi dinamici che dovrà gestire. I flussi in gioco sono essenzialmente tre: uno scambio di andata e ritorno tra la telecabina Aosta-Pila e la nuova telecabina Pila-Couis, descritto da una lunghissima copertura che si addossa alla struttura della stazione esistente e accompagna il turista fino alla nuova stazione; un flusso di “approccio” rappresentato dal terminal automobilistico che introduce gli sciatori direttamente nel comprensorio; il terzo flusso è quello del ricircolo degli sciatori sul tratto Pila-Couis.

Un’articolata copertura prima accoglie i fruitori e li conduce alle casse, al deposito attrezzatura a pagamento e al punto di informazioni, poi li accompagna nella risalita verticale che possono compiere scegliendo tra un’ampia scala, uno spazioso ascensore o una comoda rampa, che sale a ridosso dell’edificio della stazione esistente. Tutti i sistemi di risalita conducono ad una sorta di piazzetta coperta, sulla quale si affacciano le funzioni pubbliche del blocco operativo del livello superiore: le due scuole di sci e il punto informazioni.

Leggerezza, trasparenza, rappresentazione dinamica dei flussi, accoglimento delle tensioni orizzontali presenti nel paesaggio e semplicità costruttiva, questi sono i concetti che il progetto di DeCarloGualla si propone di rappresentare nella stazione di valle.

Completamente diversa la condizione al contorno a monte. In questo punto ci si trova in uno dei punti più spettacolari della Valle d’Aosta, esattamente al centro tra il Gran Paradiso, la catena del Monte Bianco, il Ghiacciaio del Rutor ed il Grand Combin. Il panorama è mozzafiato. La stazione a monte, che atterra sulla “Piatta di Grevon”, è rappresentata da un doppio imbuto rovesciato, che da una parte guarda Pila, mentre dall’altra è rivolta verso Cogne. Il bar ristorante si appoggia a questa “piega” e si sviluppa a ventaglio, coprendo tutta la visuale che va dal Gran Paradiso al Cervino.

Per questo progetto lo Studio ha pensato ad una stella alpina cresciuta sulla Piatta di Grevon, o ad una “Rosa dei Venti”, con ogni petalo rivolto verso una direzione precisa. I cinque petali del bar ristorante sono orientati verso le più alte e spettacolari cime della Valle d’Aosta: Il Gran Paradiso, la Grande Rousse, il Ghiacciaio del Rutor, il Monte Bianco e il Grand Combin. Un altro petalo sfida il dislivello e si protende verso il vuoto in direzione Nord; è un belvedere mozzafiato e dalla sua estremità il panorama è completo, lo sguardo arriva fino al Cervino.
Per maggiori informazioni visitate il sito www.decarlogualla.com.

CREDITI

PROGETTO: Nuova telecabina Pila-Couis
STUDIO: DeCarloGualla
LUOGO: Pila, Italia
ANNO: in corso
RENDER: Studio DeCarloGualla – Leonardo Roso