To provide the best possible service, we use cookies on this site. Continuing the navigation you consent to use them. Read more.

Il Premio Dedalo Minosse compie 25 anni

Il Premio Internazionale Dedalo Minosse alla Committenza di Architettura è un premio unico che promuove la qualità dell’architettura, analizzando e ponendo l’accento sul processo progettuale e costruttivo e sulle figure che determinano il successo dell’opera: l’architetto e il committente, con al loro fianco gli esecutori (le imprese) e i decisori (le pubbliche amministrazioni).

Il Premio Dedalo Minosse è promosso da ALA – Assoarchitetti e dalla Regione del Veneto e dal Comune di Vicenza con cadenza biennale. Fondato nel 1997, quest’anno torna dopo tre anni proponendo due settimane fitte di eventi a cominciare dalla spettacolare Cerimonia di Premiazione del 16 Settembre presso il Teatro Olimpico di Vicenza. A seguire, l’inaugurazione della grande Mostra Multimediale nella Basilica Palladiana che fino al 2 Ottobre ospiterà forum e workshop sui temi della città, dell’ambiente e dei nuovi modi del vivere contemporaneo.

Da sempre il Premio ha sede a Vicenza, la piccola città del Palladio e dei suoi committenti, che riconferma la sua vocazione di città dell’architettura e di centro produttivo internazionale, simbolo del rilevante e quanto mai attuale rapporto esistente tra il valore dell’unicità dei luoghi e l’esigenza dell’adeguamento alle tendenze mondiali.

Il Sindaco di Vicenza Francesco Rucco afferma infatti: “Nato nella Città del Palladio e tradizionalmente ospitato nei luoghi iconici dei nostri grandi architetti Palladio e Scamozzi, il premio internazionale Dedalo Minosse manifesta una longevità ormai ragguardevole, dovuta oltre che alla tenacia degli architetti e degli ingegneri italiani di ALA, anche al sostegno che il Comune di Vicenza gli ha sempre attribuito. Il Premio del resto contribuisce a rafforzare quel ruolo di capitale internazionale dell’architettura al quale Vicenza ambisce con perseveranza, forte del fatto che qui più che altrove, il rapporto tra committente e architetto ha radici particolarmente forti ed antiche. Questo Premio, del quale registriamo costantemente la crescita in termini prestigio e di autorevolezza, contribuisce a tener alto il dibattito culturale sull’architettura e sull’urbanistica a Vicenza, attraverso il confronto con le più variegate esperienze internazionali, in un momento nel quale la Città sta per rigenerare alcune componenti essenziali della propria immagine, grazie ai cospicui investimenti che l’Europa ha reso disponibili”.

 

I COMMITTENTI DELLA XII EDIZIONE DA OLTRE 30 PAESI
Oltre 300 le iscrizioni da più di 30 Paesi di tutto il mondo tra i quali, oltre l’Italia, Argentina, Austria, Belgio, Brasile, Canada, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, India, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Messico, Montecarlo, Olanda, Portogallo, Pakistan, Qatar, Spagna, Stati Uniti, Svizzera, Taiwan, Turchia, Vietnam.

La GIURIA INTERNAZIONALE, composta da architetti di altissimo profilo a partire dal grande architetto giapponese Kengo Kuma, personalità di spicco quali tra gli altri David Basulto, fondatore e CEO di Archdaily, l’imprenditore Paolo Caoduro, Cesare Maria Casati, direttore de l’ARCA International, Francesco dal Co, direttore di Casabella, Cesare Feiffer, direttore di Recupero e Conservazione, Luca Gibello, direttore de il Giornale dell’Architettura, Simona Finessi, fondatore di Platform, Cecilia di Marzo, editor archiportale e archilovers, lo storico dell’architettura Richard Haslam, Pierlugi Panza, scrittore giornalista e critico d’arte, Luigi Prestinenza Puglisi, storico dell’architettura e saggista, Paola Pierotti, giornalista e fondatore di PPAN, Veronica Marzotto, committente e imprenditrice, l’artista Michelangelo Pistoletto, Dan Pitera, preside d’architettura all’Università Detroit Mercy, Alessandro Melis, oltre a Etan Kimmel, l’architetto che con il Governo Israeliano, vinse la scorsa edizione del Premio.

A rimarcare ulteriormente lo spessore internazionale del Premio, la coincidenza per cui è in corso LA MOSTRA DI DEDALO MINOSSE A GERUSALEMME, con la promozione del Governo Israeliano, nella centralissima sede del Museo della Torre di David, nella parte antica della città, vicino alla porta di Giaffa. Questo importante appuntamento culminerà in una conferenza il prossimo 9 Settembre, alle ore 10:00 ora italiana.

 

 

 

 

Per maggiori informazioni, visita  www.dedalominosse.org