To provide the best possible service, we use cookies on this site. Continuing the navigation you consent to use them. Read more.

Flessibilità e colore

Mose Bianchi House, Milan, Aoumm, Filippo Poli

Lo studio AOUMM ha condotto la ristrutturazione di un appartamento degli anni 40 a Milano, in zona CityLife, che risponde alla necessità di una flessibilità d’uso sia quotidiana, sia legata a future esigenze di lungo periodo. La ristrutturazione ha previsto innanzitutto la realizzazione di una zona giorno open space. La parete divisoria esistente tra cucina e soggiorno è stata demolita per dare vita ad un’unica zona giorno; l’ambiente è diviso da una libreria-schermo, appoggiata a due pilastri, che offre continuità spaziale e visiva. La libreria, realizzata in plywood, diventa elemento contenitore e seduta al servizio del tavolo da pranzo, facendosi perno visivo e funzionale tra l’area della cucina e il living.

In cucina, sviluppata intorno a un piano di lavoro a isola, le ante dei pensili, dei cassetti e dei moduli contenitori si aprono grazie a maniglie fresate triangolari negli angoli, motivo che si ritrova anche sugli arredi di tutto l’appartamento. Pareti e soffitti sono marcati da toni di colore che individuano ritagli dello spazio, caratterizzando gli ambienti della casa come un variopinto origami. Dalla zona giorno si accede, attraverso porte scorrevoli frameless, a due zone notte separate. Alla camera padronale si accede attraverso una cabina armadio che funziona come filtro con l’area living; passando sotto alla nicchia dell’armadiatura a muro, le cui ante ripropongono una variazione formale delle maniglie fresate, si accede a un ambiente raccolto caratterizzato da tinte neutre e tenui, riprese anche nella carta da parati Arts&Crafts.

I servizi accostano invece tinte più scure, come il color petrolio e i gres effetto marmo grigio per il pavimento e il box doccia.  Anche alle camere singole si accede tramite una zona filtro; le due stanze sono divise da un grande elemento scorrevole, una porta a due ante a tutta altezza che risponde alla necessità di una flessibilità d’uso non solo pensata per l’utilizzo immediato e quotidiano, ma anche adattabile a future esigenze di più lungo periodo. L’appartamento è caratterizzato da pareti e soffitti adornati da diverse sfumature d’azzurro che donano dinamicità e personalità allo spazio.

Per maggiori informazioni visitare il sito www.aoumm.com

CREDITS

Project: QL House
Architect: AOUMM – Argot ou La Maison Mobile
Year: 2021
Photo: Filippo Poli