To provide the best possible service, we use cookies on this site. Continuing the navigation you consent to use them. Read more.

Casa Farini a Torino

Sul colle torinese a nord-ovest della città, affacciato sulla Basilica di Superga, prende vita il progetto di ristrutturazione di un appartamento ubicato all’interno di un edificio eretto agli inizi del Novecento.

L’appartamento si presentava inizialmente composto da ambienti piccoli e diviso in stanze irregolari, con una divisione del bow-window in due camere separate che impediva all’ambiente di essere illuminato adeguatamente.

Le richieste della giovane committente esponevano il desiderio di trasformare lo spazio in un appartamento caratterizzato da un layout flessibile, che prevedesse, oltre la propria abitazione personale, anche un’unità indipendente dotata di bagno e una piccola kitchenette da poter affittare separatamente.

La ristrutturazione ha permesso di trasformare l’appartamento sviluppando lo spazio attorno la cucina, che diventa perciò la parte centrale della casa, collegando l’ingresso e il bow-window.
Quest’ultimo elemento è stato completamente restaurato, sostituendo i materiali ormai consumati con un telaio metallico, mentre l’aggiunta di un secondo serramento ha reso possibile migliorare la prestazione termica della finestra.
Mediante questa modifica strutturale del bow-window, lo spazio tra i due serramenti è diventata la caratteristica green della casa, con la creazione di una micro serra dove poter coltivare piante e piccoli ortaggi durante tutto il periodo dell’anno.
La luce diventa finalmente la protagonista del livingroom, che grazie alla presenza di cinque finestre posizionate su tre affacci diversi, è in grado di illuminare completamente la stanza per tutte le ore diurne. Questo senso di apertura si espande ulteriormente con l’aggiunta di una parete scorrevole di 3,5 m che collega il livingroom direttamente alla master room affacciata sulla Mole Antonelliana, esaltando la flessibilità e la continuità dello spazio.

La ristrutturazione è stata progettata dallo studio PlaC – Plateau Collaboratif, che si impegna nello sviluppo di architettura urbana e design.
Dal 2011 – anno di fondazione – la società torinese ha acquisito un’ampia esperienza sia a livello nazionale che internazionale, e dal 2014 è iscritta nell’Elenco speciale delle Società tra Professionisti dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Torino.

Scopri i progetti su pla-c.eu

PROJECT TCA, housing
ARCHITECT PlaC Architecture
LOCATION Turin, Italy
YEAR 2018
PHOTO di Davide Barreri e Andrea Alessio

  • Inglese
  • Italiano