To provide the best possible service, we use cookies on this site. Continuing the navigation you consent to use them. Read more.

Casa Bautista

Ideato e progettato dall’imprenditore Ezequiel Ayarza Sforza, insieme allo studio di architettura messicano PRODUCTORA, il progetto Casa Bautista – situato nel cuore della Riserva della Biosfera di Sian Ka’an – trova espressione in una casa scultorea che si fonde con il suo ambiente naturale, sembrando emergere dal mare come una roccia e galleggiare sulle cime degli alberi.
Una manifestazione dell’arte dell’architettura, la villa è costruita in cemento colorato di blu, una tonalità che è un inno al mare e al cielo che convergono all’orizzonte.
L’intero progetto è stato realizzato in calcestruzzo con un colore blu organico che reagisce alla luce del sole mentre si muove attraverso la casa, generando uno spettro mutevole di toni che vanno dal blu del mare al rosa del tramonto“, secondo il team di PRODUCTORA.

La casa si espande su una superficie di 300 metri quadrati, con una struttura a forma di L che si appoggia su pilotis triangolari che le permettono di fondersi con la giungla. Casa Bautista fa un chiaro riferimento al modernismo architettonico del Brasile, pur prendendo ispirazione dal giardino surrealista di Edward James. Il risultato è una costruzione dal carattere brutalista ma immersa nella fitta vegetazione, con spazi che invitano gli ospiti a vivere un soggiorno in pace e serenità.
I tre piani della residenza sono collegati da una scala a chiocciola. Il piano terra ospita le attrezzature per gli sport acquatici, mentre il livello principale ospita cinque camere progettate per fornire privacy e una connessione diretta con la giungla e il mare.
Queste cinque camere sono organizzate in due master suite, due doppie e uno studio, e c’è un’ulteriore sala da pranzo principale e una jacuzzi che si estende verso le dune di sabbia bianca.
Vicino alla camera da letto principale, c’è un’insolita torretta: un elemento che ancora il complesso al suo sito e fornisce anche uno spazio flessibile per il lavoro o per la meditazione“, spiega il team di PRODUCTORA. Al terzo livello, la terrazza spicca come uno degli spazi più caratteristici di Casa Bautista, con piscina, barbecue e zona pranzo con vista panoramica.

Le terrazze e i pergolati in legno tzalam sono stati costruiti da falegnami locali. Oltre a dare un senso di calore, creano ombra per proteggere dal sole, aiutano a stabilire una ventilazione incrociata e ad espandere gli spazi interni. Il meccanismo di piegatura che utilizzano protegge anche l’edificio dagli uragani e dai venti forti. In questo modo, l’architettura e il design rafforzano la relazione tra interno ed esterno, rispettando la Madre Terra e onorando il mare, la laguna
e la giungla in cui la proprietà è immersa.
Con l’obiettivo di ridurre al minimo l’impatto ambientale, il progetto dà la priorità all’uso di energia solare ed eolica sostenibile.
Per maggiori informazioni, visitate il sito www.productora-df.com.mx.

PROJECT Casa Bautista
ARCHITECTS Productora
LOCATION Tulum, Mexico
YEAR 2021
CONSTRUCTOR Ezequiel Ayarza Sforza
PHOTO Onnis Luque