To provide the best possible service, we use cookies on this site. Continuing the navigation you consent to use them. Read more.

Breathe

Nella realizzazione di un progetto architettonico che sia il più accogliente possibile, è importante dare il giusto rilievo a fattori come l’estetica, il comfort acustico e termico e ultimo, ma non per importanza, il contenimento dei consumi energetici. In che modo il materiale ceramico può intervenire in ambito progettuale, per ottimizzare tutti questi fattori? Attraverso le facciate ventilate. Quest’ultime, infatti, permettono di rivestire l’edificio con una nuova pelle e, allo stesso tempo, di valorizzare le caratteristiche estetiche e tecniche appena citate. Questo sistema lascia un’ampia libertà d’espressione all’architetto, che può apportare sulle facciate diversi colori, formati e grafiche, per creare stili sempre differenti e unici. Ad esempio, i molteplici formati di gres porcellanato disponibili nel mercato, permettono al progettista di creare dei veri e propri patchwork per dare movimento all’insieme.
Nel caso in cui, invece, si prediliga il medesimo formato, la creatività non verrà limitata. Le lastre effetto Corten, ad esempio, propongono le diverse fasi di ossidazione metallica: quindi, con lo stesso formato ed il medesimo effetto, è possibile creare una parete policroma vibrante e sempre differente.
Per un progetto in un contesto montano o per il quale si prediliga un effetto “pietra naturale”, la tecnologia in campo ceramico ha raggiunto livelli così alti, da permettere di produrre lastre – anche in grande e grandissimo formato – che riprendono perfettamente le sfumature e le caratteristiche naturali della materia lapidea. Anche in questo caso si potranno utilizzare lastre dello stesso formato, ma che offrono diverse soluzioni grafiche, raggiungendo così alti traguardi in termini di bellezza e naturalezza.
Per i progettisti che favoriscono un effetto vivace e in reale movimento, viene in loro soccorso una vasta produzione di gres tridimensionale: attraverso questi sussulti della materia sarà possibile dare effetti vibranti, che più si adattano alle esigenze architettoniche contemporanee.
Nel caso in cui, invece, si prediliga il materiale ceramico senza alcun effetto particolare, il risultato finale non sarà in ogni caso banale: il rivestimento in ceramica, infatti, cambia in funzione della luce. Adatta i suoi colori in base alle stagioni e alle ore del giorno, dando così vita ad un progetto dinamico e mutevole, nonostante la sua immutabilità.

Story by Cristina Bigliatti

Foto (dall’alto verso il basso):
Cascina-Merlata, Milano, Italy | Marazzi
Residential Complex, Agno, Switzerland | Casamood
Malpensa Airport, Milano, Italy | Caesar (sinistra)
Hotel Petronio, Riccione, Italy | Ceramiche Refin (destra)
I Giardini Di Gabriel, Asnières-Sur-Seine, France | Casalgrande Padana
Gongpyong Office Plaza A Seoul, South Korea | Laminam