To provide the best possible service, we use cookies on this site. Continuing the navigation you consent to use them. Read more.

Anni sessanta oggi – Messner Architects

Una casa degli anni sessanta che si affaccia su vigneti e sul centro storico della zona di Appiano in Trentino-Alto Adige , con le cime delle montagne all’orizzonte e circondata da un ampio giardino ha acquisito una nuova identità più contemporanea. Il tetto a quattro falde, il balcone ad angolo, le finestre bianche disposte rigorosamente nella facciata, l’intonaco a spruzzo con le cornici staccate e lo zoccolo fatto di conci di porfido definiscono questa tipologia di casa degli anni sessanta. Quando una giovane famiglia decise di trasferirsi in questa casa e portò la propria visione e le proprie aspettative. Invece di una replica esatta di un’unica disposizione su entrambi i piani, i nuovi proprietari hanno immaginato un piano terra con stanze generose e invitanti destinate alla vita familiare, e un piano superiore che doveva essere l’area di ritiro con camere da letto per ogni membro.

Luce del giorno, stanze confortevoli, spazio di stoccaggio e un accesso diretto al giardino sono stati gli aspetti che hanno guidato la direzione di questa ristrutturazione. La richiesta di più luce diurna e luminosità è stata soddisfatta installando due aperture: una sulla facciata nord e una sulla facciata sud. Sul lato nord, è stata installata una porta scorrevole alta come una stanza che si apre sul giardino. Gli alloggi sul lato sud si aprono sul cortile anteriore attraverso una vetrata fissa a filo lungo. La disposizione fluida delle stanze al piano terra è definita da un grande mobile a incasso che all’esterno funge da deposito per l’ingresso, la cucina e il soggiorno, mentre all’interno ospita un bagno. 

La porta d’ingresso conduce lungo il mobile alla cucina dove un’isola da cucina monolitica domina la stanza.Materiali, colori e superfici sono stati informati dal desiderio del cliente di avere pavimenti in legno massiccio. Al piano terra invece si è optato per un il larice bianco, spazzolato e oliato, e al primo piano abbiamo scelto l’abete rosso, di nuovo spazzolato e oliato. L’obiettivo del progetto era quello di consegnare un prodotto su misura che potesse soddisfare le esigenze di una famiglia e della sua vita quotidiana. La rigidità della casa in precedenza è andata via via deludendosi in una nuova abitazione su misura e in armonia con il passaggio rigoglioso che la circonda. 

Per maggiori informazioni visitare il sito www.messnerarchitects.com

CREDITS

Project: Tra vigne e monti (ristrutturazione di una casa degli anni sessanta)
Architect: Messner Architects
Year: 2020
Photo: Karina Castro